Odore sgradevole dalluretra prostata

Podmore e prostatite

La cosa pi importante, spesso trascurata dagli studenti, il problema clinico, cio limpatto con il paziente che presenta un problema. Altro aspetto trascurato quello dellincidenza delle malattie, ossia il numero di casi di una determinata patologia che si riscontra in un anno. Lurologia quella branca della chirurgia che studia lapparato urinario maschile e femminile e quello genitale maschile. Lurologo studia, quindi, anche problemi di tipo femminile.

Attualmente lincidenza odore sgradevole dalluretra prostata patologie urologiche maggiore rispetto a quella delle patologie nefrologiche: incontrerete pi spesso pazienti con cistiti acute rispetto a pazienti con glomerulonefriti, spesso incontrerete pazienti con patologie prostatiche il tumore prostatico il tumore pi frequente nel sesso maschile. Le principali aree di specialit dellurologia sono:. Quando si ha il primo incontro con il paziente bisogna sapere cosa andare a cercare e si deve instaurare con il paziente un rapporto.

Il paziente va visitato, ma prima di fare questo c una cosa ancora pi importante e semplice o pi complessa a seconda dei punti di vista : lo odore sgradevole dalluretra prostata guarda e si stabiliscono odore sgradevole dalluretra prostata e il sesso. Perch sono importanti queste nozioni? Esempio 1: persona di anni, cambia qualcosa se di sesso maschile o femminile? La prima cosa che cambia il rapporto che si instaura: con il maschio si parla pi direttamente odore sgradevole dalluretra prostata sesso, con la donna, se occorre parlarne, lo si fa in modo pi delicato.

Inoltre c una differenza importante nel basso apparato urinario: nel maschio c la prostata che fa parte dellapparato genitale e che ha un odore sgradevole dalluretra prostata nella continenza, ossia nel non far urinare il maschio adulto, mentre nella donna non c e quindi ci saranno pi probabilmente problemi di incontinenza.

Esempio 2: persona di sesso femminile, ci pu essere qualche differenza legata allet? In alcune condizioni si possono escludere tutte quelle patologie che sono presenti in una donna in et fertile: prima del menarca e dopo il telarca escludiamo tutta una serie di patologie. Dopodich si passa allindagine semeiologica: anamnesi, indagine sui disturbi della minzione, indagini sulla funzione sessuale nel maschio ed infine esame obiettivo.

La premessa fondamentale di una buona anamnesi che odore sgradevole dalluretra prostata paziente si faccia capire e in alcuni casi che il medico adegui il suo linguaggio a quello del paziente. Una volta raccolte tutte le informazioni, il medico deve chiedere al paziente da quanto tempo sono iniziati i sintomi, infatti una cosa una sintomatologia insorta in maniera acuta e unaltra sono sintomi dolorosi odore sgradevole dalluretra prostata magari si trascinano da ventanni.

Una patologia che presente da ventanni pi difficile da odore sgradevole dalluretra prostata, ma tranquillizza il medico dal punto di vista di diagnosi: non si tratta di tumore perch se cos fosse stato nellarco dei 20 anni il paziente sarebbe gi morto. Occorre chiedere al paziente se ha subito interventi chirurgici, che tipo di terapie farmacologiche fa oggi molti fanno terapia con anticoagulanti o antiaggreganti piastrinici che possono dare sanguinamentose nella famiglia ci sono state persone con la stessa patologia ad esempio la calcolosi pu avere familiarit, il tumore della prostata ha alto indice di familiaritse il paziente soffre di diabete.

Il diabete spesso coinvolto in molte malattie; per quanto riguarda lapparato urinario una malattia che si associa molto frequentemente.

Ricordiamo che le complicanze del odore sgradevole dalluretra prostata sono microangiopatia, macroangiopatia, neuropatia.

Microangiopatia e neuropatia al minimo odore sgradevole dalluretra prostata dare disfunzione erettile, disturbi dello svuotamento vescicale, oltre ai problemi nefrologici a carico dellapparato urinario alto.

Molto spesso malattie neurologiche possono avere come sintomo desordio dei disturbi del basso apparato urinario. Bisogna stare attenti a non fare confusione tra i sintomi che il malato verr a dire, il malato tende a confondere il medico quando indica i suoi disturbi. La ritenzione si cura con cateterizzazione e se il catetere non basta con puntura sovrapubica senza rischio di causare danni perch quando la vescica piena supera la sinfisi pubica e la riflessione peritoneale viene spostata verso lalto per cui con un ago, decorrendo sopra la sinfisi pubica, si odore sgradevole dalluretra prostata svuotare la vescica, magari mettendo il paziente un poinclinato con la testa verso il basso odore sgradevole dalluretra prostata le gambe verso lalto in maniera tale che lintestino si possa spostare odore sgradevole dalluretra prostata.

Pollachiuria: aumento del numero di atti minzionali indipendente dal volume vuotato. Il pz va a fare spesso la pip, ma ogni volta ne fa poca, quindi la diuresi nellarco delle 24 ore conservata. Tenesmo vescicale: sensazione di incompleto svuotamento vescicale.

Spesso in pz con disturbo infiammatorio o neoplastico. Il paziente va a fare pip, considera terminata la minzione, ma dopo pochi secondi ha unaltra volta lo stimolo di dover urinare. Nicturia: minzione notturna. Il termine nicturia incompleto perch ci possono essere una pollachiuria o una poliuria notturna.

La pollachiuria notturna consiste nell alzarsi e fare la pip pi spesso di notte, cosa che pu capitare a uomo o donna adulti per problemi funzionali o per ostruzioni tipo lipertrofia prostatica nelluomo. La poliuria notturna pu essere causata da tutte le sindromi edemigene scompenso cardiaco, cirrosi epatica : il pz ha edemi declivi e va a dormire, si mette in posizione orizzontale, migliora la performance cardio-circolatoria, aumenta la quantit di sangue che viene filtrata, maggiore la quantit di urina che arriva in vescica, la vescica si riempie e la persona va a fare la pip.

Se la vescica si riempie 2 o 3 volte durante la odore sgradevole dalluretra prostata durante la notte si formano 1- 1. Come si odore sgradevole dalluretra prostata quindi a stabilire se si tratta di una pollachiuria o di una poliuria notturna?

Si deve fare la raccolta delle urine nelle 24 ore: paziente si munisce di orologio e cilindro dosatore che permetta 4 Scaricato da www. Se urina ogni ora ed emette 50 ml di urine, allora ha un disturbo vescicale, se va ogni ora ed emette ml di urine, allora va valutato in unaltra maniera perch ha un problema di tipo generale. Incontinenza: perdita involontaria di urina attraverso vie naturali. Per parlare di incontinenza vera la pip deve passare attraverso luretra.

Se c una fistola vescico-vaginale nella donna es. Odore sgradevole dalluretra prostata tipo di incontinenza si manifesta in tutte quelle condizioni che comportano un aumento della pressione endoaddominale come sollevare un peso, tossire, piangere, ridere.

Questo tipo di incontinenza si pu manifestare improvvisamente perch scatta una contrazione involontaria e incontrollabile del detrusore per cui in vescica si raggiungono delle pressioni che sono superiori a quelle di chiusura dello sfintere uretrale e il paziente perde urina. La forma pi accettata dal paziente quella da sforzo perch evitabile assumendo certe posizioni che riducono odore sgradevole dalluretra prostata minimo laumento della pressione addominale.

La forma da urgenza socialmente isolante: pu scatenarsi in qualsiasi momento e questo spinge il pz ed evitare la vita sociale con probabile sviluppo di problemi psicologici. Enuresi: perdita involontaria di urine, solitamente notturna, che avviene in una persona che ha ormai un normale controllo degli sfinteri. Insorge in bambini di anni, prima di questa et normale che facciano pip a letto perch ancora non c il controllo neurologico degli sfinteri. Spesso si tratta di un sintomo che ha origine psicologica: il bambino vuole attirare lattenzione dei genitori.

Alcune volte lenuresi si prolunga anche in et piuttosto avanzata. Prima di spiegare il odore sgradevole dalluretra prostata di questo sintomo occorre ritornare al concetto di ritenzione urinaria.

Essa si distingue in acuta e cronica. La prima si manifesta da un momento allaltro, la seconda caratterizzata dal fatto che la vescica a ogni atto urinario non si svuota pi completamente, ma rimane il cosiddetto residuo post minzionale. Normalmente possono rimanere delle gocce di urina in vescica: il residuo post minzionale viene considerato normale fino a valori di circa 50 ml, quando supera questo valore viene considerato patologico.

Laumento patologico del residuo post minzionale si pu verificare in quelle condizioni in cui o c unostruzione a valle oppure il detrusore perde la sua capacit contrattile per cui la vescica non si svuota tutta. Questo processo tende col tempo a peggiorare, il residuo tende ad aumentare.

Dopo un anno il residuo sar ml. Si arriva al punto che maggiore la quantit di urina rimasta in vescica piuttosto che quella emessa allesterno. Se il paziente continua ad andare avanti in questo stato senza fare niente, la sua vescica inizia a perdere la quota di fibre elastiche e muscolari ed ad aumentare il tessuto collagene, si riduce.

Il residuo post minzionale diventa praticamente pari alla capacit vescicale e il paziente urina o perde solamente quello che la vescica non riesce a contenere. Questa la condizione definita iscuria paradossa. Per curare liscuria paradossa si fa subito un catetere o la puntura sovra pubica. La vescica va svuotata lentamente perch se si svuota rapidamente una cavit si crea una pressione negativa che pu generare emorragia emorragia ex vacuo.

Gocciolamento post minzionale: perdita di gocce di urina al termine della minzione. Con gli anni, man mano che aumenta il volume della prostata, il collo vescicale si irrigidisce e la chiusura a odore sgradevole dalluretra prostata del collo odore sgradevole dalluretra prostata avviene pi lentamente. Nel maschio adulto o quando c infiammazione prostatica si odore sgradevole dalluretra prostata la sensazione che la minzione sia conclusa, che lo sfintere si sia contratto, ma continua la perdita di urina ancora per qualche secondo.

Minzione interrotta: interruzione improvvisa della minzione. Prima era un sintomo comune, oggi lo molto di meno perch si fa subito ricorso alla terapia chirurgica. Il quadro clinico tipico era quello del pz che soffriva di odore sgradevole dalluretra prostata vescicale: il paziente urinava e odore sgradevole dalluretra prostata un certo punto il calcolo si metteva davanti al meato uretrale interno e la odore sgradevole dalluretra prostata si bloccava, poi cambiava decubito e la minzione ritornava.

Bisogna considerare che ci sono anche dei paziente psichiatrici che inseriscono volontariamente corpi estranei in vescica, la cosa facile soprattutto nelle donne. Minzione in pi tempi: svuotamento vescicale in pi fasi. La pip non viene liberata tutta nellarco di ununica minzione, ma spesso inizia a svuotarsi, poi ci si ferma, poi riinizia nuovamente a odore sgradevole dalluretra prostata, poi ci si ferma e cos via.

Pu succedere quando c un diverticolo vescicale; i diverticoli vescicali sono di solito degli pseudo diverticoli, cio non hanno parete muscolare, ma sono costituiti solamente da erniazioni della mucosa per cui non si contraggono anzi, quando si fa pip, parte della pip va allesterno e parte va a riempire i diverticoli; quando si finisce di fare la pip il diverticolo si svuota nuovamente in vescica ed ecco che il paziente ha di nuovo la sensazione di vescica piena. Altra causa di minzione in pi tempi pu essere liperdistensione vescicale es.

Questa condizione pu provocare ritenzione urinaria acuta oppure difficolt di svuotamento vescicale, si svuoter lentamente o rimarr un grosso residuo post minzionale. Per la legge di Laplace la tensione di parete funzione del quadrato del raggio, per cui basta che il raggio della sfera aumenti di poco che si perde la capacit contrattile.

Urgenza: difficolt a trattenere lo odore sgradevole dalluretra prostata minzionale. C una grossa differenza tra urgenza e incontinenza da urgenza: nella prima si ha la voglia di fare pip, ma non viene persa odore sgradevole dalluretra prostata, nella seconda si ha perdita.

Esitazione: il problema opposto al gocciolamento. Quale il primo atto della minzione? Il rilasciamento dei muscoli del piano perineale unico atto volontario della minzione. Siccome il meato uretrale esterno nel maschio sul piano sagittale, pu non aprirsi completamente e quindi escono 2 schizzi. Spesso il paziente arriva dicendo di aver visto del sangue nelle urine. A parte alcune sostanze che possono dare una colorazione alterata, tipo la vitamina C che le pu rendere pi gialle, la rifampicina usata soprattutto nel corso di patologie croniche come la tubercolosi che rende la pip rossa, farmaci come il blu di metilene oggi non odore sgradevole dalluretra prostata usato, prima era utilizzato per la sua azione antisettica sulle vie urinarie che rende la pip azzurra o verdina, la principale causa di colorazione delle urine la presenza di sangue definita EMATURIA.

Sono estremamente rare le forme di colorazione dovute alla presenza di pigmenti come le odore sgradevole dalluretra prostata, la mioglobina. Rara anche la piuria, cio la presenza di pus macroscopicamente visibile, perch esistono gli antibiotici e ormai le ostruzioni del basso apparato urinario vengono solitamente corrette in maniera odore sgradevole dalluretra prostata precoce.

Quando presente solo qualche globulo bianco nelle urine pi corretto parlare di leucocituria e non di piuria. Rara anche la fecaluria, ossia la presenza di feci nelle urine. In realt spesso non si trovano proprio le feci, ma semini duva, bucce di pomodoro e altri prodotti indigeriti.

Pneumaturia la presenza di gas nelle urine. Queste 2 condizioni si possono verificare quando si creano fistole a causa di processi infiammatori CRONICI che evolvono in maniera subdola. Ad esempio una diverticolosi del colon pu dare diverticolite che esita in perforazione intestinale.

La perforazione avviene in peritoneo e quindi si ha peritonite acuta. Perci una diverticolite acuta non pu dare fecaluria; affinch la fecaluria si presenti necessario che il processo infiammatorio sia cronico, come pu accadere nella malattia diverticolare cronica causa pi frequente.

Si deve trattare di un problema che procede in maniera subdola, senza episodi eclatanti di infezione per cui, prima che si odore sgradevole dalluretra prostata la rottura del diverticolo, si deve avere ladesione tra colon e vescica. Prima aderiscono tra loro i due foglietti peritoneali che rivestono il colon e la vescica e poi si ha la diffusione del processo infiammatorio che interessa il diverticolo alla parete vescicale. Unaltra malattia infiammatoria cronica che pu dare questo tipo di problemi il morbo di Crohn, malattia cronica intestinale caratterizzata dalla formazione di fistole interne ed esterne.

Si tratta comunque di condizioni che non preoccupano il medico perch possono risolversi con lintervento chirurgico, tranne che nei pz anziani in cui preferibile tenere la fistola piuttosto che intervenire per le possibili complicanze dellintervento. Occorre considerare che esistono condizioni fisiologiche o parafisiologiche in cui il sangue nelle urine si pu trovare. Fino a 3 emazie x campo microscopico vengono considerate normali.