Ecografia della prostata tuona Kapustin scaricare

Perché bere acqua in ecografia della prostata

La tomografia computerizzata cone beam in lingua inglese cone beam computed tomography ecografia della prostata tuona Kapustin scaricare, CBCT o tomografia computerizzata a fascio conico è una tecnica di imaging biomedico in cui una tomografia computerizzata viene realizzata mediante dei fasci di raggi X a forma di cono. La CT cone beam è diventata sempre più importante nella pianificazione del trattamento e nella diagnosi dell' implantologia e in particolare è indispensabile nelle tecniche di implantologia computer assistita.

Questa tecnologia viene sempre più impiegata anche in altri campi dell'odontoiatria, come ad esempio l' endodonzia e l' ortodonzia. Oltre all'utilizzo in ambito odontoiatrico e maxillo-facciale, trova utilizzo anche nelle procedure angiografichedi radiologia interventistica e per la radioterapia immagine-guidata IGRT.

Vi sono dei primi accenni per l'utilizzo in campo osteoarticolare e veterinario. Durante una scansione cone beamlo scanner ruota attorno alla testa del paziente, ottenendo fino a quasi immagini distinte. Il software raccoglie i dati e ricostruisce le immagini, producendo un volume digitale composto da voxel di dimensione isotropica dei dati anatomici acquisiti, che possono poi essere "ricostruiti" con software appropriati.

L'introduzione delle radiografie panoramiche all'inizio degli anni '60 e la loro rapida diffusione ha permesso ai clinici di avere in una singola immagine tutte le strutture maxillofacciali. Questa tecnica diagnostica rimase per molti anni lo standard di riferimento per la radiologia odontoiatrica. I lavori di Hounsfield si concretizzarono nel quando ecografia della prostata tuona Kapustin scaricare primo tomografo assiale computerizzato TAC venne immesso nel mercato.

Nel alla Mayo Clinic venne installato il primo scanner tomografico 3D volumetrico con tecnica Dynamic Spatial Reconstructor. Nel frattempo la ricerca si stava concentrando sullo sviluppo di sistemi simili, ma sostanzialmente dotati di un fascio radiante di forma conica, invece che uno a pennello come nei tomografi TC. Nel iniziarono i primi esperimenti nell'introduzione della CBCT come simulatore per la pianificazione della radioterapia. Questo sistema era pensato per il vascolare ecografia della prostata tuona Kapustin scaricare vantava un sistema software per la sottrazione digitale delle immagini.

Sebbene la tecnologia cone beam CT stesse progredendo velocemente e fosse impiegata in ambiti clinici sempre più numerosi, il suo vero potenziale era ecografia della prostata tuona Kapustin scaricare ampiamente sottovalutato.

Verso metà degli anni '90, dei ricercatori, appartenenti ai Dipartimenti di Fisica Medica e di Radiologia del Policlinico Universitario G. Le loro ricerche furono pubblicate nel e culminarono con l'immissione nel mercato di un prodotto dedicato. Ecografia della prostata tuona Kapustin scaricare di questa tecnologia nel campo dento-maxillo-facciale ebbe fin da subito un ottimo riscontro: se confrontata con ecografia della prostata tuona Kapustin scaricare tradizionali scanner tomografici TAC, la relativa economicità e ingombro dell'apparecchiatura CBCT, la crescente disponibilità di detettori flat panel sempre più efficienti, una dose minore di radiazioni somministrate al paziente e l'alta risoluzione spaziale ottenibile, furono le principali motivazioni di questo successo.

A partire dall'anno successivo tali apparecchi furono ecografia della prostata tuona Kapustin scaricare nel mercato statunitense diventandone presto uno standard di riferimento. Tali raccomandazioni sono state ribadite, nelin un documento di revisione, edito dalla stessa società, in cui si pone sempre maggior interesse verso la CBCT per la diagnosi in odontoiatria e come strumento indispensabile nella pianificazione pre-implantologica.

Grazie alle sue peculiarità, la CBCT è diventata una scelta naturale per l' imaging dento-maxillo-facciale. Queste stesse caratteristiche stanno introducendo tale tecnologia anche in altri ecografia della prostata tuona Kapustin scaricare.

Già negli ultimi anni alcuni studi propongono la CBCT negli ambulatori di otorinolaringoiatria per lo studio dei seni mascellari e temporali. In un futuro già annunciato, l'integrazione della CBCT con sistemi di chirurgia guidata con le immagini sarà utilizzata per interventi di chirurgia endoscopica funzionale dei seni paranasali per il trattamento delle patologie disventilatorie naso-sinusali, sinusopatie acute complicate, sinusiti ricorrenti o rinosinusiti croniche con o senza poliposi naso-sinusale.

Ulteriori apparecchiature di imaging 3D basate su CBCT e nuove applicazioni cliniche sono in fase di sviluppo. I raggi vengono acquisiti da un detettore bidimensionale solitamente realizzato con tecnologia allo stato solido posto dalla parte opposta dell'oggetto rispetto alla sorgente a raggi-X.

Segue un processo di analisi e ricostruzione dei dati, al fine di ottenere una serie di immagini diagnosticamente valide su qualsiasi piano di osservazione. Questa serie di immagini prende il nome di projection data. Il numero di immagini, o frame rate, è variabile e dipende dalle scelte dell'operatore e dalle caratteristiche del sistema: più immagini vengono acquisite, più si avrà una miglior qualità del risultato finale a scapito, tuttavia, di una maggior esposizione del paziente alle radiazioni ionizzanti.

La serie di proiezioni acquisite verranno poi elaborate da un software che produrrà un set tridimensionale che servirà da base per successive rielaborazioni che porteranno alle ricostruzioni nei tre piani ortogonali ecografia della prostata tuona Kapustin scaricaresagittalecoronale. Il risultato finale è un' immagine tridimensionalecomposta da una serie di voxel la cui dimensione è corrispondente alla risoluzione spaziale ed è intrinsecamente correlata con la dimensione dei pixel del detettore.

Caratteristica peculiare del fascio prodotto è la sua forma: conica o piramidale, in grado di proiettare istantaneamente l'intera parte anatomica di interesse sul detettore. Tuttavia, per ragioni squisitamente legate alla riduzione di dose al paziente, l'erogazione avviene in maniera pulsata.

In questo modo la durata dell'esposizione è inferiore alla durata totale della scansione. L'ampiezza del cono o della piramide dipendono da specifiche caratteristiche costruttive della sorgente: disegno e focalizzazione del catodo, disegno e angolo anodico oltre che da appositi collimatori. Appositi filtri riducono lo spettro delle radiazioni emesse filtrando normalmente quelle a maggior lunghezza d'onda, meno penetranti raggi X molli. Alla grande maggioranza dei modelli in commercio utilizza una tensione di K V per alimentare il tubo radiogeno.

Rispetto ai primi modelli sono invece diminuiti notevolmente i m A milliAmpere e i secondi di esposizione reale, quantificabili tra i 2 e i 7 secondi per i modelli più attenti alla dose somministrata al paziente. Tuttavia è necessario che il FOV, per ragioni legate alla minor dose di radiazioni da somministrare al paziente, sia dimensionato in base alle reali necessità cliniche del paziente in esame variando con opportuna collimazione l'ampiezza del cono emesso.

Per via dell'alto costo rappresentato dai detettori flat panel di grandi dimensioni, è difficile poter disporre di FOV maggiori con la tecnologia CBCT. Per ovviare a questo limite, alcune apparecchiature, dispongono di un sistema software in grado di ricostruire l'immagine congiungendo matching quelle ottenute con due giri del tubo radiogeno e quindi circa raddoppiando il FOV massimo disponibile.

Quando il dispositivo riceve un impulso, in questo caso sotto forma di radiazione Xil tubo a vuoto converte la radiazione in fotoni e li moltiplica proiettandoli sulla superficie del CCD. Si ottiene in uscita un segnale elettrico grazie al quale è possibile ricostruire la matrice dei pixel che compongono l'immagine anche con livelli di radiazione relativamente bassi. Il detettore flat panel diretto consiste invece in uno scintillatore realizzato in selenio amorfo, in tellurito di cadmio o ioduro di mercurio che converte il fotone della radiazione X in elettrone consentendo l'acquisizione e ricostruzione dell'immagine.

Questa tecnicologia comporta problemi di stabilità e memoria risultando inadeguata per l'acquisizione di immagini real-time. Il detettore flat panel indiretto consiste in uno scintillatore realizzato normalmente in ossido di gadolinio o ioduro di cesio che converte la radiazione X in fotoni concentrati con una matrice di lenti sul fotosensore, composto normalmente da un CCD.

Gli intensificatori di immagine possono creare distorsioni geometriche, dovute al percorso degli elettroni all'interno del tubo, che devono essere corrette dai software di post-processing. Diversamente, i rilevatori flat panel non sono suscettibili a questo problema. Questi difetti sono comunque riducibili grazie all'esecuzione di frequenti calibrazioni della macchina e all'aiuto di software che correggono la linearità e la presenza di bad pixel.

Durante la scansione vengono acquisite immagini bidimensionali, chiamate frameche insieme andranno a formare la projection data. Il numero totale delle immagini è determinato dal frame rateovvero il numero di proiezioni acquisite per secondo, moltiplicato poi per il tempo di scansione. Più proiezioni verranno acquisite, più si avranno maggiore qualità dell'immagine finale, maggiore risoluzione spaziale e minori artefatti da radiazione diffusa, in particolare a quelli dovuti alla presenza di oggetti metallici compresi nel FOV.

Tuttavia, l'aumento del numero di proiezioni comporta un aumento proporzionale della dose di radiazione X somministrata al paziente. La risoluzione finale dell'immagine dipenderà principalmente dalle dimensioni dei pixel del detettore dell'immagine, in qualunque tecnologia esso sia realizzato. L'acquisizione dell'immagine è generalmente controllata da un rivelatore automatico dell'esposizione Automatic exposure control — AEC in grado di selezionare autonomamente l'intensità del fascio radiante in base alle fattezze del paziente e di cambiarlo durante l'acquisizione.

Una volta acquisiti i dati delle proiezioni dati grezzi o raw dataè necessario passare ad una ricostruzione dell'immagine utilizzando dei software dedicati. Il problema matematico della ricostruzione di un'immagine a ecografia della prostata tuona Kapustin scaricare dalle sue proiezioni è ben noto da diversi anni e molte tecniche sono state proposte ed utilizzate.

L'immagine sarà poi virtualmente scomposta in voxel volumetric picture elementl'analogo tridimensionale del pixel. L'indiscusso vantaggio della Cone Beam CT, a confronto con la tradizionale ortopantomografiaè la grande quantità di modi in cui il diagnosta è in grado di visualizzare le immagini acquisite. Il risultato finale dell'acquisizione è un data set volumetrico composto da voxel, nella maggior parte dei casi isotropici: a ogni singolo voxel è assegnato un valore in bit che codifica per una certa densità della regione anatomica rappresentata e a cui corrisponderà una gradazione cromatica sull'immagine visualizzata.

La tecnica più comune per realizzare questa ricostruzione è la SSD, Smooth Signed Distanceche consiste nello stabilire un valore massimo e ecografia della prostata tuona Kapustin scaricare sui valori dei voxel, in modo da comprendere solo quelli relativi al tessuto che si vuole visualizzare e quindi escludere tutti gli altri, infine il software aggiunge algoritmi di ombreggiatura e di luce, oltre a falsi colori, per rendere la ricostruzione il più realistica possibile.

La ricostruzione tridimensionale trova una grande utilità nello studio preimplantologico per lo studio del decorso del nervo mandibolare, nello studio della patologia peridentaria, nell'analisi dei denti ecografia della prostata tuona Kapustin scaricare, in traumatologia e nella chirurgia maxillo-facciale. Infine, i dati acquisiti con la CBCT sono rielaborabili secondo i protocolli dentascanal fine di ottenere le immagini sui piani caratteristici di questa tipologia di esami, ovvero le cosiddette panoramex o similpanoramiche e le cross.

Il formato dei file è solitamente il DICOM Digital Imaging and Communications in Medicineuno standard mondiale che permette l'esportazione delle immagini verso un vasto numero di software indipendenti. Un limite della cone beam rispetto alla TC tradizionale riguarda la determinazione delle densità dei tessuti analizzati. Nel è stato pubblicato uno studio in cui si è tentato, con discreti risultati, di stabilire una correlazione tra valori in scala di grigi CBCT e valori Hounsfield.

La ricerca è attualmente in corso per perfezionare questo metodo in vivo. Nonostante fino ai primi decenni dalla messa a punto della tecnologia cone beam essa fosse utilizzata in molti ambiti clinici angiografiaradioterapiaLa CBCT ha rivoluzionato la diagnostica odontoiatrica, fornendo uno strumento in grado di dare informazioni altrimenti difficilmente ottenibili con gli strumenti convenzionali ortopantomografiaradiografia intraorale, cefalometriaGrazie a questa tecnologia si ha la possibilità di ottenere misure molto precise dell'anatomia del paziente, di visualizzare con estrema precisione e senza sovrapposizioni le varie strutture e i loro rapporti e poter studiare radici e denti sui vari piani e in sezione.

Tuttavia, ad oggi, non esistono delle linee guida ben definite e accettate internazionalmente che identifichino inequivocabilmente quali casi possano trarre beneficio e quali no dall'impiego di questa tecnologia. Le articolazioni temporo-mandibolari ATM sono ecografia della prostata tuona Kapustin scaricare oggetto di indagine nei pazienti che lamentano, in questa regione, dolore o problemi funzionali.

Spesso di ricorrere, dunque, all' imaging per valutare alterazioni patologiche, quali la formazione di osteofitila presenza di erosione, di fratturedi anchilosi o altre ecografia della prostata tuona Kapustin scaricare dello sviluppo, nonché per studiare la posizione del condilo mandibolaresia a bocca chiusa che aperta. Con le convenzionali ecografia della prostata tuona Kapustin scaricare radiologiche, la completa visualizzazione delle ATM risulta difficoltosa a causa della sovrapposizione dell'osso temporale.

Negli ultimi anni il ricorso alla la tomografia computerizzata e alla risonanza magnetica nucleare ha fornito immagini molto dettagliate, rispettivamente delle componenti ossee e del disco intrarticolare, tuttavia il costo elevato della risonanza magnetica rende proibitivo questo esame come approccio di routine e la tomografia computerizzata comporta una notevole esposizione alle radiazioni ionizzanti.

Alcuni studi, effettuati ecografia della prostata tuona Kapustin scaricare campioni autopticihanno messo a confronto immagini ottenute con la CBCT rispetto a quelle realizzate con TC spirale, per la valutazione delle strutture ossee e le anomalie delle ATM: tale confronto ha mostrato che la cone beam avesse prodotto immagini di qualità superiore.

Tuttavia, nella maggior parte dei casi, le anomalie ossee erano state rilevate con entrambe le modalità e si erano riscontrati pochi falsi positivi con la TC. Vi sono vasti potenziali benefici della CBCT nell' endodonzia : ad esempio, si è dimostrata significativamente più sensibile nella diagnosi di parodontite apicale rispetto alla radiografia convenzionale. Questi risultati sono stati poi confermati in studi analoghi anche con campioni di popolazione dimensionalmente molto più grandi.

Numerosi studi effettuato su modelli umani ex vivo hanno dimostrato la superiorità delle immagini CBCT rispetto alle altre metodiche convenzionali nel rilevare la presenza di canali supplementari; infatti le radiografie bidimensionali non sono riuscite a identificare almeno un canale radicolare in 4 denti esaminati su La capacità della CBCT di rilevare la distruzione ossea associata alla parodontite apicale prima che il danno sia evidente sulle radiografie convenzionali, è stata una scoperta incoraggiante.

Il trattamento endodontico potrebbe avere risultati migliori se venisse eseguito con tempestività e prima che compaiano i segni radiografici convenzionali della malattia. L' ortognatodonzia è la branca della odontoiatria che si occupa di studiare le diverse anomalie della costituzione, sviluppo e posizione dei denti e delle ossa mascellari.

L'intervento ortodontico ha come obiettivo la correzione del posizionamento dei denti e avviene in genere attraverso un apparecchio dentale meccanico, mentre l'ortognatica interviene con un approccio chirurgico per riposizionare ecografia della prostata tuona Kapustin scaricare arcate dentarie per una corretta occlusione.

Tuttavia, la maggior parte della letteratura non la consiglia come esame di routine : una ortopantomografia e un esame cefalometrico sono tuttora il gold standard per iniziare il processo di valutazione del caso. Nei casi complessi di interventi chirurgici ortognatici, il ricorso alla CBCT è quasi sempre ampiamente giustificato dalla necessità di pianificare l'operazione con dettagli anatomici il più precisi possibile.

La realizzazione di modelli virtuali, ottenibili grazie a questa tecnologia, permette di simulare e testare le opzioni di trattamento, costruire innesti anatomicamente corretti e, in ultima analisi, avere un importante ausilio durante la procedura chirurgica. Una scansione a fascio conico sull'arcata dentale offre preziose informazioni per quanto riguarda la valutazione e la progettazione degli impianti chirurgici.

Gli impianti sono per lo più dispositivi metallici quasi sempre in titanio inseriti nella mandibola e nella mascella che vanno con il tempo ad integrarsi nell'osso, attraverso un processo noto come osteointegrazionee che poi successivamente supporteranno i denti artificiali. Per realizzare un impianto adeguato è necessario che il dentista specializzato scelga la sua dimensione e l'ottimale posizionamento, nonché l'inclinazione e i rapporti con le strutture vicine.

La tecnologia cone beam CT, accompagnata da un software dedicato all'implantologia digitale, è in grado di fornire queste informazioni. Attualmente vi è un continuo sviluppo di software per favorire la pianificazione pre-operatoria di questi interventi.

Tali software consentono all'operatore di valutare gli impianti di diverse dimensioni e posizionarli virtualmente a diverse angolazioni e vedere, sulle immagini ottenute tramite CBCT, il risultato su ciascun piano dello spazio desiderato.

Grazie a questi vantaggi, la tecnologia cone beam CT sta rapidamente sostituendo altre metodiche di imaging in questo settore.

Immagini tomografiche ottenute tramite ecografia della prostata tuona Kapustin scaricare a raggi-x convenzionali forniscono immagini ingrandite con spesso non sufficiente risoluzione spaziale e di contrasto; l'ortopantomografia e le radiografie endorali sono immagini bidimensionali e non danno informazioni circa i rapporti sui vari piani, oltre a risentire della problematica delle sovrapposizioni. Le immagini DICOM, ecografia della prostata tuona Kapustin scaricare con gli scanner CBCT permettono in seguito di realizzare modelli stereolitografici della mascella e della mandibola del paziente, nonché guide chirurgiche.

Le guide chirurgiche assistono il clinico nell'allineamento degli impianti rispetto al piano mandibolare e mascellare in modo da assicurare il corretto orientamento e la precisa profondità dei fori che vengono praticati per contenere gli impianti stessi.

La realizzazione di impianti dentari è una metodologia non priva di rischi. La possibilità di ledere il nervo alveolare inferiore o penetrare nei seni mascellari, sono inconvenienti possibili.